Skip to Menu Skip to Search Contattaci Italy Seleziona Paese e Lingua Skip to Content

Le analisi chimiche condotte da SGS secondo i requisiti della Direttiva europea sulla sicurezza dei giocattoli 2009/48/CE (Toy Safety Directive, TSD), e di altre legislazioni applicabili, verificano la conformità di un giocattolo e garantiscono che i bambini e gli utilizzatori finali siano protetti.

La serie di standard chimici EN 71, entrata in vigore a luglio 2013, può essere usata per dimostrare la conformità alla TSD. Gli elementi solubili nella TSD (EN 71-3 – Migrazione di alcuni elementi) hanno tre serie di limiti e categorie di materiali (vedere la tabella). I giocattoli che entrano nel mercato dell'UE devono rispettare non solo i requisiti chimici della TSD ma anche tutta la restante legislazione europea applicabile, come REACH, CLP, RoHS Recast, Batterie, Contatto alimentare, Inquinanti organici persistenti (POP), e la legislazione nazionale come l'ordinanza legislativa danese n. 855 del 5 settembre 2009 (ftalati).

Sfruttate le competenza chimica di SGS per garantire la conformità dei giocattoli nel mercato dell'UE.

Quali sono i requisiti chimici?

Sostanze cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione (CMR): Le CMR sono sostanze chimiche che possono essere nocive per la salute umana. Il loro uso nei giocattoli, nelle loro componenti e nelle loro parti micro-strutturalmente distinte è proibito. Esiste un numero limitato di eccezioni, quando la presenza di una CMR è:

  • Entro i limiti di concentrazione specificati nel Regolamento (CE) 1272/2008 sulla Classificazione, etichettatura e confezionamento (Classification, Labeling and Packaging, CLP) delle sostanze e delle miscele
  • Inaccessibile ai bambini (inclusa l'inalazione)
  • Valutata e accettata dal Comitato scientifico; il nichel nell'acciaio inossidabile, concepito per condurre una corrente elettrica, è accettato, altre applicazioni possono essere presentate per una valutazione al Comitato scientifico

N-nitrosammine e sostanze N-nitrosabili (EN 71-12): Le N-nitrosammine e le sostanze N-nitrosabili sono vietate nei giocattoli per i bambini di età inferiore ai 36 mesi e in altri giocattoli concepiti per essere messi in bocca, come giochi in gomma o elastomeri, o pitture da applicare con le dita, a meno che i livelli di migrazione siano:

  • Non superiori a 0,05 mg/kg di N-nitrosammine
  • Non superiori a 1 mg/kg di sostanze N-nitrosabili

Migrazione di alcuni elementi (EN 71-3): La Direttiva UE sulla sicurezza dei giocattoli include la restrizione di 19 elementi tossici. Tali limiti restrittivi dipendono dalla categoria di materiale del giocattolo:

  • Categoria 1: Secco, fragile, in polvere o flessibile
  • Categoria 2: Liquido o colloso
  • Categoria 3: Rimovibile mediante raschiatura
Direttiva 2009/48/CE(EN 71-3)
ELEMENTO Materiale del giocattolo
Secco, fragile, in polvere o flessibile
(mg/kg)
Giocattolo liquido o colloso
(mg/kg)
Rimovibile mediante raschiatura
(mg/kg)
Alluminio (Al) 5.625 1.406 70.000
Antimonio (Sb) 45 11,3 560
Arsenico (As) 3,8 0,9 47
Bario (Ba) 1.500 375 18.750
Boro (B) 1.200 300 15.000
Cadmio (Cd) 1,3 0,3 17
Cromo (Cr) (III) 37,5 9,4 460
Cromo (Cr) (VI) 0,02 0,005 0,02
Cobalto (Co) 10,5 2,6 130
Rame (Cu) 622,5 156 7.700
Piombo (Pb) 2,0 0,5 23
Manganese (Mn) 1.200 300 15.000
Mercurio (Hg) 7,5 1,9 94
Nichel (Ni) 75 18,8 930
Selenio (Se) 37,5 9,4 460
Stronzio (Sr) 4.500 1.125 56.000
Stagno (Sn) 15.000 3.750 180.000
Stagno organico 0,9 0,2 12
Zinco (Zn) 3.750 938 46.000

Fragranze allergeniche: 55 fragranze allergeniche non possono essere usate nei giocattoli a meno che la loro presenza non sia tecnicamente inevitabile secondo le Buone pratiche di fabbricazione e purché ciascuna di esse non ecceda i 100 mg/kg. Ulteriori 11 fragranze allergeniche devono essere elencate sul giocattolo, su un'etichetta apposta sulla confezione oppure in un foglietto di accompagnamento, se la loro concentrazione eccede i 100 mg/kg.

Valutazioni della sicurezza chimica

La Direttiva UE sulla sicurezza dei giocattoli 2009/48/CE richiede inoltre che i produttori conducano un'analisi dei rischi chimici che un giocattolo può presentare e una valutazione delle potenziali esposizioni a tali rischi. Disponiamo di uno strumento dedicato e dell'esperienza necessaria per aiutarvi a completare la valutazione della sicurezza chimica.

Perché scegliere il servizio di analisi chimiche di SGS?

Riconosciuti per la nostra esperienza e la nostra rete mondiale di laboratori, i nostri servizi di valutazione e analisi chimiche possono aiutarvi a soddisfare tutti i requisiti di conformità chimica dell'UE per i giocattoli. I requisiti chimici per i giocattoli sono in continuo sviluppo e i nostri esperti chimici seguono costantemente tali evoluzioni per garantire ai clienti una piena comprensione di questi complessi requisiti e per aiutarli a ottimizzare il loro sistema di gestione delle sostanze soggette a restrizioni.

Proteggete i bambini e gli altri utenti finali dalle sostanze chimiche e dai metalli pesanti con i nostri servizi di analisi chimiche. Contattate SGS oggi stesso per saperne di più.