Skip to Menu Skip to Search Contattaci Italy Seleziona Paese e Lingua Skip to Content

Approvato il Decreto di Recepimento. Il 15 febbraio 2016, il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva il Decreto Legislativo n. 26 che recepirà in Italia la Direttiva europea 2014/68/UE PED relativa alla messa a disposizione sul mercato di attrezzature a pressione. DECRETO LEGISLATIVO n. 26 del 15 febbraio 2016: Attuazione della direttiva 2014/68/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relativa alla messa a disposizione sul mercato di attrezzature a pressione (rifusione).

CONTATTACI: industry.italy@sgs.com

PREMESSA

Requisito fondamentale per la commercializzazione dei proprio prodotti sul mercato europeo è la conoscenza dei requisiti normativi e delle direttive ad essi correlate.

Il fabbricante è l’attore principale nella costruzione dell’attrezzatura ed è responsabile della conformità ai requisiti di sicurezza previsti dalla direttiva di riferimento.

Nell’ambito delle attrezzature a pressione la direttiva coinvolta è la Direttiva PED (Pressure Equipment Directive 2014/68/UE): le attrezzature e gli insiemi vengono sottoposti a specifiche procedure di verifica della conformità ai requisiti di questa direttiva, in base al livello di rischio a loro associato.

Tali procedure generalmente coinvolgono un Organismo Notificato.

Qualora l’esito delle verifiche sia positivo è possibile apporre la Marcatura CE all’attrezzatura/insieme; essa è sinonimo di sicurezza e tutela dell’utilizzatore ed è requisito essenziale per l’immissione del prodotto nel mercato europeo.

LA NUOVA DIRETTIVA PED

La nuova Pressure Equipment Directive 2014/68/UE sostituisce la precedente Direttiva 97/23/CE.

DATE IMPORTANTI:

  • 01 giugno 2015 entrata in vigore dell’art. 13 per adeguamento della classificazione dei fluidi al Regolamento n.1272/2008 (CLP).
  • 19 luglio 2016 entrata in vigore dell’intera direttiva

PRINCIPALI NOVITÀ:

Categorizzazione dei fluidi. La precedente classificazione viene sostituita con quella prevista dal Regolamento CE 1272/2008 (CLP).

Misure per la tutela e vigilanza del mercato:

  • Definizione delle responsabilità degli operatori economici in particolare dell’importatore.
  • Definizione delle modalità operative delle affiliate degli Organismi Notificati
  • Obbligo di informazione a carico degli Organismi Notificati di qualunque circostanza di ritiro sospensione limitazione di un certificato al Ministero dello Sviluppo Economico.
  • Condizioni di non conformità formale per cui un’ attrezzatura deve essere ritirata dal mercato.

Requisiti di sicurezza:

Analisi dei rischi: si richiede che il fabbricante svolga un’analisi dei rischi, ossia una valutazione della probabilità del verificarsi di un danno e della sua gravità, mentre, in precedenza, bastava una valutazione dei pericoli, ossia una identificazione delle possibili fonti di danno.

Le restanti novità riguardano:

  • un cambiamento della denominazione - ma non dei percorsi certificativi - di alcuni moduli sostituti.
  • nei moduli A2 e C2 vengono puntualizzate le modalità delle visite senza preavviso.

LA SOLUZIONE

SGS Italia opera come Organismo Notificato (n° identificativo assegnato 1381) a fronte dell’autorizzazione rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico supportata dall’accreditamento EN 17065.

SGS Italia, nell’ambito di questa attività certificativa, è autorizzata a svolgere verifiche in conformità a tutti i Moduli di valutazione/certificazione previsti dalla Direttiva PED in cui è richiesto l’intervento dell’Organismo Notificato.

SGS Italia emette la certificazione di conformità a fronte di una verifica dei Requisiti Essenziali di Sicurezza e della verifica finale.

Le procedure di valutazione di conformità da applicare all’attrezzatura o all’insieme sono determinate in base alla categoria (stabilita mediante le tabelle di valutazione di conformità dell’allegato II) e sono riportate nello schema di fianco.

Il fabbricante può scegliere anche di applicare una delle procedure previste per una categoria superiore, laddove esista.

SGS Italia svolge le seguenti attività previste dalla Direttiva:

  • Valutazione del progetto (moduli B-tipo di produzione, B-tipo di progetto, H1).
  • Approvazione dei saldatori e delle Qualifiche di saldatura.
  • Approvazione degli operatori addetti ai controlli non distruttivi (CND)
  • Verifica finale in campo: prova di pressione e affissione targa.
  • Review documentale del fascicolo tecnico.
  • Audit di sistema di qualità (moduli D, D1, E, E1, H e H1).
  • Certificazione a seguito della conformità alla procedura di valutazione adottata.

SGS Italia è in grado di fornire tutti i servizi in ambito PED e mette a disposizione la propria esperienza per un ampio ventaglio di prodotti e processi in ambito delle apparecchiature a pressione instaurando con il fabbricante un proficuo scambio di informazioni tecniche.

SGS Italia come ORGANISMO NOTIFICATO è autorizzato a svolgere:

  • Certificazione attrezzature/insiemi in pressione.
  • Qualifica e approvazione del personale e dei procedimenti di Saldatura in accordo all’allegato I par. 3.1.2.
  • Attività di approvazione del personale preposto ai controlli non distruttivi (CND) in accordo all’allegato I par. 3.1.3.
  • Per i fabbricanti dei materiali, approvazione dei sistemi di qualità al fine del soddisfacimento del par.4.3 dell’Allegato I.

PERCHÉ SGS ITALIA

  • Leadership: SGS è leader mondiale per i servizi di ispezione, verifica, analisi e certificazione.
  • Riconoscimento: Organismo Notificato n. 1381. Organismo di ispezione di Tipo A accreditato secondo EN 17020 e Organismo di Certificazione di Prodotto secondo EN 17065, tra gli schemi accreditati ISO 3834 e EN 15085.
  • Competenza ed Esperienza: SGS mette a disposizione del cliente competenze in ambito impiantistico e costruttivo ed è costantemente aggiornato su aspetti tecnici e legislativi.
  • Network: Il gruppo è presente in modo capillare in 140 paesi ed è composto da oltre 85.000 dipendenti, con profonda conoscenza dei mercati locali.
  • Reputazione: Ottima da parte degli Enti di Accreditamento e di Notifica. Garantiamo IMPARZIALITA’ ed adesione al CODICE ETICO.
  • Estensione Globale e Supporto Locale: Attività a supporto delle aziende che esportano in paesi extraeuropei, tra i principali: USA/NORD AMERICA (ASME), EurAsian Custom Union (CU TR), MALESIA (DOSH), SINGAPORE (MOM), KOREA (KOSHA), IRAN (Voc/CoI).
  • In Italia: SGS è presente su tutto il territorio nazionale con 21 uffici/laboratori e oltre 1.000 dipendenti.

 

SERVIZI CORRELATI

  • Certificazione Apparecchiature Semplici a Pressione SPV
  • Certificazione attrezzature trasportabili a pressione TPED
  • Certificazione prodotti da costruzione CPR compresi componenti strutturali in acciaio e alluminio secondo EN 1090
  • Certificazione del processo di saldatura secondo EN ISO 3834 e EN 15085
  • Certificazione ISO 9001 del Sistema di Gestione di Qualità del Fabbricante
  • Formazione: Corsi di Formazione e giornate di studio su specifiche tematiche
  • Partecipazione alle Commissioni di normazione: CTI, Forum.

 

CONTATTACI: industry.italy@sgs.com