Skip to Menu Skip to Search Contattaci Italy Seleziona Paese e Lingua Skip to Content

Le aziende con più di 100 addetti che si trovano in capoluogo di regione, città metropolitana, capoluogo di provincia o comune con popolazione superiore a 50.000 abitanti hanno l'obbligo di nominare un Mobility Manager

Il Decreto Interministeriale n. 179/2021 “Modalità attuative delle disposizioni relative alla figura del mobility manager” prevede la nomina del Mobility Manager nelle imprese e nelle istituzioni con oltre 100 addetti che si trovano in capoluogo di regione, città metropolitana, capoluogo di provincia o comune con popolazione superiore a 50.000 abitanti. Tra i compiti previsti dalla legge per il Mobility Manager ci sarà anche quello di creare il piano degli spostamenti casa lavoro (PSCL). Il piano è finalizzato a migliorare la raggiungibilità dei luoghi di lavoro e ottimizzare gli spostamenti dei propri dipendenti individuando forme di mobilità sostenibile alternative all'uso individuale del veicolo privato a motore, sulla base dell'analisi degli spostamenti casa lavoro dei dipendenti, delle loro esigenze di mobilità e dello stato dell'offerta di trasporto presente nel territorio interessato.

L’art. 3 comma 1 del Decreto Interministeriale n. 179/2021 dispone l’obbligatoria adozione del PSCL entro il 31 dicembre di ogni anno da parte le imprese e delle pubbliche amministrazioni. In fase di prima applicazione, i PSCL devono essere adottati entro 180 giorni dall’entrata in vigore del Decreto stesso, come definito all’art. 9 comma 1.

Affinché le misure previste nel piano vengano effettivamente realizzate deve esserci un  coordinamento costante tra il mobility manager e le strutture interne di gestione delle risorse finanziarie e strumentali. Per questo motivo, il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ha stanziato un fondo di 50 milioni di euro per l’anno 2021, di cui 35 milioni destinati alle pubbliche amministrazioni e alle imprese e 15 milioni agli istituti scolastici che abbiano nominato il proprio Mobility Manager e predisposto il piano di spostamenti per il personale.

Dato l’emergere di questa cogenza con tempi di attuazione ristretti, noi di SGS ci stiamo affiancando alle aziende per dare loro supporto nell’attuazione di quanto previsto dal Decreto 179/2021, attraverso questi servizi:

  • Supporto nella redazione del Piano Spostamenti Casa-Lavoro e assistenza nel processo di nomina del Mobility Manager
  • Valutazione dell’impatto del Piano sulll’efficientamento energico, sulla riduzione delle emissioni di GHG (carbon management) e sulla circolarità dell’organizzazione (SGS Circular Economy Indicator)
  • Definizione di possibili scenari per il Piano di Spostamenti Casa-Lavoro attraverso una valutazione economica delle diverse esternalità ambientali utilizzando la metodologia del Life Cycle Costing (LCC).
  • Formazione al mobility manager

 Il nostro team di esperti è a disposizione per ulteriori informazioni e approfondimenti attraverso il numero: 027393302