Skip to Menu Skip to Search Contattaci Italy Seleziona Paese e Lingua Skip to Content

Il 2023 vede la programmata riduzione dei benefici del Piano nazionale Transizione 4.0. Gli incentivi risultano sensibilmente ridotti o, come nel caso del Credito d’Imposta per la Formazione 4.0, azzerati. La legge di bilancio 2023 è intervenuta per posticipare da giugno a settembre la scadenza per la consegna dei beni materiali 4.0 a condizione che entro il 31 dicembre del 2022 fosse stato versato un acconto per il loro acquisto di almeno il 20%. La proroga punta a rispondere ai ritardi nelle consegne dovuti alle difficoltà di approvvigionamento nelle catene del valore.

Cosa rimane del Piano a sostegno della Trasformazione Digitale delle imprese e quali aspettative per il prossimo futuro?

Dal primo gennaio 2023 è scaduto il regime di favore sia per l’acquisto di beni materiali e immateriali tradizionali sia per le attività di formazione 4.0 e sono attuati i tagli nelle aliquote agevolative per l’acquisto di beni strumentali 4.0 (sia materiali che immateriali) così come per le attività di ricerca, sviluppo e innovazione.

Per i beni materiali 4.0, è stabilito un dimezzamento per tutte le classi di investimento: dal 40% al 20% fino a 2,5 milioni di euro; dal 20% al 10% da 2,5 a 10 milioni di euro e dal 10% al 5% da 10 a 20 milioni di euro (tetto massimo ammissibile). L'aliquota per i beni immateriali 4.0 passa dal 50% al 20% (fino a un tetto di 1 milione di euro). Vale ancora la regola del dimezzamento (dal 20 al 10%) per le attività di ricerca di base, industriale e sperimentale; le attività di innovazione tecnologica “green” godranno di un credito d’imposta sceso dal 15% al 10%.

Maggiori Informazioni: Legge di Bilancio 2023

 

SCENARIO

Industria 4.0 è la filosofia d’impresa che coinvolge tutti quegli aspetti legati all’ottimizzazione dei processi e all’interazione uomo-macchina volti a migliorare la competitività e a rendere l’organizzazione più efficiente e flessibile.

In quest’ottica, gli incentivi agli investimenti sono solo il primo passo verso la digitalizzazione dei processi produttivi del nostro sistema industriale.

Decreto Legislativo 1 Dicembre 2016, n. 232 e successive mm.ii./circolari

  • Legge 27 Dicembre 2019 n. 160
  • Legge di Bilancio 2023

 

COSA OFFRIAMO?
SGS può attestare che il bene acquistato possegga caratteristiche tecniche tali da poter essere inserito tra quelli indicati negli allegati A e B.
Supportiamo i nostri partner anche nell’implementazione di sistemi industria 4.0 al fine di ottenere il beneficio fiscale.

 

Contattaci per conoscere il flusso di lavoro e la procedura di rilascio per l’ATTESTAZIONE INDUSTRIA 4.0 o 4.0 READY

INDUSTRY.ITALY@SGS.COM

 

 

 

A proposito di SGS

SGS è l’azienda leader nel mondo per i servizi di ispezioneverificaanalisi e certificazione.

SGS è riconosciuta come il punto di riferimento globale per la qualità e l'integrità.
Con oltre 96.000 dipendenti, SGS gestisce una rete di oltre 2.700 uffici e laboratori in tutto il mondo.